. . . . . . . . . . . . . . . . . . .

.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -
Dal 1764 la voce illuminista a Milano.

5 giugno 2018

Milan sarà ancora Milano ?

Milan sarà ancora Milano ?

Mentre il diavoletto del Milan termina  la  stagione, i rossoneri affrontano diverse turbidezze, la questione economica è rilevante perché circa un anno fa c'è stata la svolta epocale. Il passaggio di società: dall'utopia di Berlusconi agli investimenti asiatici con una situazione che pare disperata dell uomo d'affari cinese Yonghong Li, che nel corso delle trattative per rilevare il controllo del Milan dal gruppo Fininvest, rimasto a corto di finanziatori e ha ottenuto dai Fondi Ellliott un prestito  per chiudere l'operazione.  303 milioni al tasso del 9 cento da restituire nel giro di 18 mesi, dando però in pegno tutte le azioni del Club rossonero. Pertanto se Li dovesse fallire, Elliott sarebbe il nuovo proprietario del Milan. 

Cambia la maglia, Puma sarà il nuovo sponsor tecnico del Milan, dopo il legame 1998-2018 con Adidas. Puma è la nazionale italiana, oltre che Bordeaux, Newcastle e Rennes e anche Arsenal e Borussia Dortmund, oltre ad altre stelle del calcio europeo come Antoine Griezmann, Sergio Agüero, Fàbregas, Balotelli, Reus o lo stesso Gigio Donnarumma. 
  
Intanto  ieri è stata una giornata campale per le sfortune del  Milan, la tifoseria quello che  si definiva il "cuore pulsante del tifo milanista" ha visto la perdita di Luca Lucci, bruciato  secondo quanto viene riportato da gazzetta.it,  che è stato arrestato per spaccio di droga.  L’ultrà,  riceveva la droga a Sesto San Giovanni, per poi smistarla nel resto della città.  Lucci sarebbe stato uno degli elementi di spicco di un’organizzazione. L'arresto è avvenuto nei confronti di 22 persone per traffico di sostanze stupefacenti,  15 le persone finite in manette, di cui due raggiunte da provvedimento in carcere perché già detenute; 4 sono all'estero e altre 2 sono al momento ricercate. Lo spaccio di droga nel capoluogo lombardo avveniva attraverso il  canale di approvvigionamento albanese presso  cui si riforniva Luca Lucci e quello italiano di cui era a capo Luca Boscherino, 33 anni, di Vibo Valentia. Mandelli si riforniva infatti sia dagli albanesi che dai calabresi, fra le due organizzazioni c'è stata una connessione in termini di affari, due conti separati.
 La stagione vede il Milan che si trova in 6 posizione  la  svolta ormai prossima e, sulla maglia il futuro è Puma. Per  il prossimo girone sarà la Champions League?
-mm-@live.it

30 maggio 2018

E' risorto con $ 40.000 USD in tasca.

E' risorto con $ 40.000 USD in tasca.

Arkady Babchenko, un critico di Vladimir Putin, è stato segnalato per essere stato ucciso a colpi di arma da fuoco e sono state immagini rilasciate dalla scena segnalato per essere stato ucciso a colpi di arma da fuoco a Kiev è apparso vivo in una conferenza stampa in Ucraina. 

Parlando della trama con i servizi segreti ha detto: "Sono venuti da me un mese fa, la gente ha detto che c'è un ordine per te, già trasferito denaro - $ 40.000 USD.
La storia tra questa notte e questa mattina,  sia la stampa d'influenza economica occidentale che quella orientale (russa) hanno riportato dell'omicidio di Arkady Babchenko accusandosi reciprocamente.
La posizione del Il Caffè  è stata chiara,  basta rileggere l'articolo,  impossibile accusare ne l'uno che l'altro;  ma la sensibilità comunicativa ci ha indotto a favorire l'ipotesi che poi si è rivelata vera. Alle spalle di questa storia vi era facilmente l'Ucraina. 
Infatti il capo del servizio di sicurezza ucraino, Vasily Gritsak, ha detto ai giornalisti in una conferenza stampa che Kiev ha montato la scena del l'omicidio di Babchenko nel tentativo di catturare coloro che cercano di ucciderlo.
Squallida vicenda che ha e, coinvolgere tutto il mondo in reazioni, perdite di tempo, discussioni, preoccupazioni,  per analisi, dolore, sofferenze. 
Una strategia che ha  aumentato le tensioni già contrastanti nel mondo, in un momento in cui la fragilità delle situazioni dovrebbe portare a una discussione di serena di raffronto comune per la equa suddivisione dei "pani e dei pesci"
Il Governo di Kiev oltre ad essere schizofrenico ha assunto la posizione di un piccolo funzionario usando una tecnica provocatoria da polizia Borbonica. Ottenendo inoltre il risultato che nessuno crederà più a comunicazioni ufficiali da parte dell'Ucraina.
Un gran bel risultato, che stupida manipolazione mediatica, complimenti! 
Ora siete inaffidabili!

Europa dolce Europa!

La situazione di quello che dovrebbe essere il nostro paese pur impegnando ingenti forze mediatiche al possibile insorgere dei giusti fuochi di protesta del "Mattarellandun"  potere, dovrebbe almeno lavarsi la bocca in  rispetto della indipendenza delle libertà fondamentali dell'uomo che vengono così a essere lese. La gravità è inaudita!
La linea attuata è quella del "Jnkerismo" Europeo. In sintesi ben chiara nella sua visita in Italia il presidente Junker è stato esplicito "il popolo taccia -ghe pensi mi-". 
Certo è difficile confrontarsi con lui, visto  gli ampi intrallazzi che ha avuto per i sui interessi in Lussemburgo. Intrallazzi alquanto poco trasparenti  e messi a tacere, occultati dalla solita stampa di leadership.  Certo non è uno stico di Santo anche se nella sua Cattolicissima apparenza lo dovrebbe.  
Resta il fatto della sua piramidale voglia di ergersi sulla cima, senz'altro a suo vantaggio, poi le solite briciole cadono verso il popolo che dovrebbe essere ubbidiente e tacito.
Di tal pasta è anche il suo "compagno di merenda" il commissario per il bilancio dell'UE Günther Oettinger . 
Non c'è verso questi non mollano l'osso, le dichiarazioni improprie del commissario sono e vanno ben oltre i suoi compiti e,  dovrebbe imparare a stare al suo posto senza abusare del suo potere e eccedere in sproloqui che possono anche infastidirci. 
Già perché l'opportunismo  del potere Democratico Cristiano nel cui girone Italico possiamo collocare molti politici Italiani abituati alla stessa mangiatoia e che sono parte e  vera causa della sofferenza del popolo Italiano. 
Che la storia gli insegni. Ben lazzaroni che siamo inutili, incapaci,  non è nella indole del nostro popolo ma nelle conseguenze di una gestione post guerra deplorevole, legata da interessi di unica parte, con una indipendenza  e autonomia decisionale castrata dalla sconfitta di un potere, quello fascista (ricordiamo i patti Lateranensi) che ha origini ancor più lontane conseguenza di un gruppo di sopravvissuti soffocati da ingiustizie e soprusi, e dalla perdita di controllo sociale da parte delle Monarchie conseguenzialmente alla evoluzione tecnologica dell'epoca, causa o merito della borghesia subentrante la quale ancor oggi spadroneggia e non vuol cedere il suo obsoleto potere. Uomini che usciti dal primo conflitto mondiale causato da quell'attentato a nei Balcani a Sarajevo che fece decidere di mettere le cose  al loro posto riformando nuove greggi, una bella guerra con un unico fornitore in comune  a monte per la polvere da sparo! 
Stiano ben attenti i signori di Bruxelles a non esagerare poiché  quello che potrebbe essere una strategia di crollo, innestando tensioni Europee potrebbe portare ad un revisionismo storico già latente. 
Sul dividi e impera Roma può dare lezioni  di storia e se proprio Bruxel & Co. voglio portare alla rottura, perchè non riescono più a gestire la situazione internazionale  possono essere accontentati. 
(esproprio comunicativo).

Ma d'altra parte la capacita gestionale di Bruxelles è solo nella quadratura dei  conti, il guinzaglio facile. 
Oettinger tedesco, non doveva permettersi dichiarare che "i mercati insegneranno agli italiani a votare per la cosa giusta". Se questa non è una minaccia ... non ho paura, #italiansfirst! " 
Non aspetta certamente a lui decidere ad un interrogativo per tutta l'umanità universale, se arriva prima l'uomo o il denaro!
Le trasparenze ora si accentuano poiché oggi ancora il fornitore, di quella che una volta era la polvere da sparo è ancora uno, condiviso con tra i soliti e, salvo il popolo tenuto nella fruttuosa ignoranza il resto lo sa!
Non abbiamo ancora la capacita di decidere se è più importante il Dio denaro o il Dio uomo l'umanità intera sta riflettendo e non  necessita un dittatore che decida per i nostri figli!
Non andremo a pagare anche l'aria che respiriamo!
Le dimissioni devono essere immediate.
-mm-@live.it

NO COMMENT.

NO COMMENT.

Questa notte è stata fatta girare la notizia riferita ad un Blogger  giornalista russo   che è stato colpito alle spalle nella sua casa di Kiev Ucraina  "critico del presidente Vladimir Putin", !"l'ultimo di una serie di quelli che sembravano essere i delitti commessi nella capitale dell'Ucraina".
Arkady Babchenko

Arkady Babchenko, Blogger e giornalista russo che si era trasferito in città l'anno scorso "a seguito di minacce in patria".
"La macchina totalitaria della Russia non gli ha perdonato la sua onestà", ha detto il Primo Ministro ucraino Volodymyr Hroisman su Facebook. "Era un vero amico dell'Ucraina che ha detto al mondo la verità sull'aggressione russa".
Questo fa eco all'indignazione di Mosca giustamente sostenuta dopo arresti e chiusura delle comunicazioni  Web Ucraina Russia e chiusure di redazioni, arresti che abbiamo già descritto precedentemente.. 
Pertanto per I russi la mano omicida è Ucraina mentre per gli Ucraini la mano omicida è quella  russa.
Abbiamo svolto un indagine conoscitiva indipendente sulla questione che ci riguarda da vicino. Solo per curiosità, poiché come già specificato gli intessi in gioco sulla rotta Mar Nero, Balcani, Mediterraneo sono esagerati. E' una delle fette più grosse della torta energia che c'è in ballo e, se in Sicilia la morte di una persona nel passato era arrivato solo a valere pochi spiccioli su questa tratta di percorso di valore è inestimabile i soldi non mancano.  
Il risultato dell'inchiesta è che la critica era nella norma, anzi letta al contrario poteva far gioco. La bilancia pesa più verso una mano Ucraina ormai schizofrenica, e il buon Volodymyr Hroisman resterà una vittima inutile da usare al piacimento delle parti.
La variabilità dei giochi d'influenza  si sta sempre più riducendo anche perchè questa partita è un investimento enorme che deve portare guadagni e, una posizione di attesa è in perdita e non piace ne all'una ne all'altra parte.
Questo è antico segnale riflette il conto alla rovescia in corso, è un pezzo non molto raro di antiquariato comune sperimento dell’unità Nazionale dove ebanisti, ceramisti, maestri vetrai lavoravano in collaborazione con gli architetti e con i maggiori artisti del tempo, formando nell'arredamento come nella moda, nell'oggettistica come nella decorazione, quel nuovo ’stile italiano’ che si sarebbe diffuso in tutta la penisola e  apprezzato nel mondo, già estroso precursore, negli anni ’50 e ’60.
Il Caffè,  coerente alla sua filosofia "cerca l'uomo cerca la luce" e in questo turbinio di eventi cercheremo ... malgrado  ognuno di noi, dormienti o svegli,  siamo già o ne saremo coinvolti.
Non resta che sederci ad un tavolo o quell'altro o a quello più sicuro dei gnomi delle Banche svizzere o di qualche altro paese "neutrale" paradiso fiscale, che se la spassa sulle spalle dell'umanità,  intoccabili nei loro segreti e nell'opportunismo storico, collaudato segmento che  si mangerà una fetta  consistente della torta. Al popolo le briciole che cadranno dal tavolo...se arriveranno... ma solo dopo che il dolore abbia già pagato il suo conto. Storia che fa ricorre alla mente un antica metafora incisione scritta su di un camino di una sperduta trattoria "Chi arriva tardi trova solo le ossa".
Una tempesta all'orizzonte che ci fà riflettere sull'opportunità di fare le scorte di cibo per i momenti che verranno. 
Come per ogni tempesta potrebbe cambiare il vento e portare sereno. Questo se tutte le pari in gioco venissero accontentate, ma come al solito ci sono i più furbi e più ingenui e venire soggiogati, è gioco facile.
Ogni nazione si trova a giocare la sua parte, l'Italia si trova vicino al probabile centro dell'uragano, il nocchiere inizia a sventolare le bandire della patria, le Legioni fanno quadrato, ma traspare una Patria tradita, umiliata, offesa, ingannata,  terreno di conquista venduto per I pochi spicci del proprio avido opportunismo.  
Alleanze strategiche traversali umiliate dalle false speranze e, se chiamiamo  i nostri Bersaglieri scopriremmo che le loro penne di capone e struzzo sono poche e logore e quelle del  gallo se le sono prese ricchi signori e le hanno sciupate lasciando solo spennacchiati inutili, ma facilmente sacrificabili, creduli, avanzi  motivati al grido, strumento ampiamente motivazionale di dolore o godimento "la dò gratis".

Siamo nella fase dei furbi, il gioco è trasparente, la nave Italia è sotto tiro non abbiamo una capacita di calcolo predittivo ampio nel calcolo delle variabili sulle convenienze strategiche comuni,  dove invece quelle economiche personali hanno priorità su quelle d'interesse generale future: traspare la consequenzialità.

A Milano l'inutile Sindaco arroccato su i suoi interessi, cieco o incapace di uno sguardo colto oltre la frontiera, giace immobile, mentre il "Cobianchi" riapre le sue porte.